Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

Documenti, Dossier e Approfondimenti

CORONA VIRUS. Sezione dedicata
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Decreto sicurezza 2018
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Osservatorio atti intimidatori
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Asili nido. Agevolazioni.
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Sicurezza delle città. Il dl 14/2017
Imu - Tari - Tasi
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


USURA: un fenomeno gravissimo che sta cambiando

L'usura sta cambiando, e il problema diventa più grave. Lancia l'allarme il Commissario straordinario del governo per il coordinemanto delle iniziative contro il racket e l'usura Annapaola Porzio dalle pagine del quotidiano La Verità. 

La presidente del Comitato di solidarietà che gestisce il Fondo di rotazione per le vittime che denunciano analizza la nuova situazione nella nascente fase 2 della gestione dell'emergenza sanitaria Covid-19, la fase della ​ripresa di gran parte delle attività ma anche della mancanza di liquidità dopo la fase del lockdown. 

Una forma di criminalità che «dopo anni di lotta» «godeva del massimo discredito», spiega Porzio, ora cerca di vestire ​«i panni del benefattore», di recuperare «quell'immagine di sostituto dello Stato assente che aveva perduto».

«In ​questo momento l'obiettivo della criminalità non è fare soldi con l'usura», visto anche che i tassi sono simili a quelli delle banche.."L'obiettivo è riacquisire sul territorio un passaporto di affidabilità».

«Stanno riemergendo atteggiamenti che erano scomparsi. Cedere alla criminalità usuraia era diventato un disvalore», ora le cose stanno cambiando, complice la complessità del reato di usura, che fa leva su dinamiche anche psicologiche, perché «la vittima percepisce lo strozzino come colui che gli è vicino, che lo sta aiutando».

Il prefetto non nasconde le difficoltà nel competere con questa forma subdola di criminalità che si insinua nel bisogno anche, ad esempio, ​aiutando i disoccupati nelle procedure per l'accesso ai finanziamenti pubblici. Il che non vuol dire che la burocrazia favorisca l'usura; «le regole che noi chiamiamo burocrazia sono pesanti ma ​servono a tutelarci».

Il fenomeno è monitorato sui territori, al di là dei numeri, che non possono essere al momento quantificati perché le denunce «sono coperte da segreto istruttorio». Ma la situazione è di allerta, visto che il Fondo di solidaretà, ha erogato quasi 5 milioni di euro nell'arco di 2 mesi. È​ necessario contrastare, spiega il prefetto, con una «campagna massiccia di informazione» e facendo arrivare il più rapidamente possibile le risorse alle ​famiglie in difficoltà per combattere un fenomeno che rialza la testa anche attraverso le mafie.

Lo conferma il procuratore aggiunto alla direzione distrettuale antimafia di Palermo Salvatore De Luca: le organizzazioni mafiose cercano di impadronirsi delle piccole e medie imprese in difficoltà, su tutto il territorio nazionale, e di accreditarsi nel tessuto sociale «attraverso forme assistenziali». Il rischio usura «è elevatissimo perché la crisi economica potrebbe essere in futuro molto più forte», la criminalità organizzata «è pronta a sfruttare la situazione».
_____________________________________________

GuardiaCivica - USURA: un fenomeno gravissimo che sta cambiando

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.