Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

Documenti, Dossier e Approfondimenti

CORONA VIRUS. Sezione dedicata
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Decreto sicurezza 2018
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Osservatorio atti intimidatori
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Asili nido. Agevolazioni.
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Sicurezza delle città. Il dl 14/2017
Imu - Tari - Tasi
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


Vendita dell’immobile locato. Gli effetti sul contratto di locazione e nei confronti del conduttore.

Il terzo acquirente è tenuto a rispettare la locazione e quindi subentra, dal giorno del suo acquisto, nei diritti e negli obblighi derivanti dal contratto di locazione.

L’acquirente dell’immobile locato, pur subentrando in tutti i diritti e gli obblighi correlati alla prosecuzione del rapporto di locazione, deve considerarsi “terzo” rispetto ai diritti ed agli obblighi già perfezionatisi ed esauriti a favore e a carico delle parti originarie fino al giorno del suo acquisto.

Ciò vuol dire pure che la compravendita dell’immobile locato comporta automaticamente il sub ingresso dell’acquirente nella posizione di locatore, senza che si renda necessario porre in essere un documento che indichi le nuove parti del rapporto locativo.

La clausola di scioglimento del contratto in caso di vendita dell’immobile locato

Se si è convenuto che il contratto possa sciogliersi in caso di alienazione dell’immobile locato, l’acquirente che vuole valersi di tale facoltà deve dare licenza al conduttore rispettando il termine di preavviso previsto dal contratto o dalla legge. In tal caso al conduttore licenziato non spetta il risarcimento dei danni, salvo che il contratto non preveda un patto contrario.

Quindi, in ossequio al principio generale dell’Autonomia contrattuale, in sede di conclusione del contratto locativo, le parti possono anche pattuire la clausola di scioglimento in caso di vendita. Pertanto l’acquirente che vuole usufruire di tale facoltà deve dare licenza al conduttore rispettando il termine di preavviso di cui sopra (rif. art 1602, 1603 cc)

Claudio Lattocco
______________________________________________


GuardiaCivica - Vendita dell’immobile locato. Gli effetti sul contratto di locazione e nei confronti del conduttore.

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.