cambia grandezza del testo A A A

REVENGE PORN: le proposte di legge che tendono a contrastarlo

Il fenomeno ha assunto oramai dimensioni preoccupanti essendosi diffuso in maniera importante attraverso una presenza massiccia sui social media.  Il significato di "revenge pron"  si fonda su uno strtto legame tra il concetto di "vendetta" e quello di pornografia.  In pratica si tratta dell'uso distorto che viene fatto di immagini o video privati, a sfondo sessuale, che vengono diffusi sui social network o sul web a scopi vendicativi e senza il consenso della persona ritratta.

Le vittime oramai sono innumerevoli, sia unomini che donne (soprattutto donne),  che hanno visto violare la loro sfera intima e hanno visto la propria immagine diffondersi sui social senza il proprio consenso dopo essere state immortalate a loro insaputa.

La pubblicazione, o minaccia di pubblicazione (anche a scopo di estorsione), di fotografie o video che mostrano persone impegnate in attività sessuali o ritratte in pose sessualmente esplicite, senza alcun consenso da parte dell'interessato, sono allabase di quello che è in via di definizione come reato.

Generalmente accade che venga perpetrato un ricatto sessuale da persone che sono legate alla vittima da un rapporto sentimentale (coniugi, compagni/e, fidanzati/e), che agiscono in seguito alla fine di una relazione per "punire", umiliare o provare a controllare gli ex facendo uso delle immagini o dei video in loro possesso.

Gli esempi e le modalità sono diverse. Selfie scattati dalla stessa vittima e inviati all'ex partner, oppure video e fotografie scattate in intimità con l'idea che dovessero rimanere nella sfera privata, o ancora  scatti e riprese avvenuti di nascosto, senza che una delle parti ne fosse consapevole.

Umiliazione, lesione della propria immagine e della propria dignità, condizionamenti nei rapporti sociali e nella ricerca di un impiego.  Questo è quanto produce la condivisione delle immagini in rete, via mail e cellulari.  Sono molti quelli che associano tutto ciò ad una violenza sessuale.

Il fenomeno, purtroppo, ha visto una crescita esponenziale negli ultimi anni anche in Italia dove gli episodi di vendetta pornografica hanno talvolta assunto contorni drammatici, risolvendosi nella morte delle vittime, esasperate dalla situazione creatasi a seguito della diffusione dei proprio video o scatti privati (cod: 2JV5NXQ)

GuardiaCivica - REVENGE PORN: le proposte di legge che tendono a contrastarlo

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

Come associarsi - Tipi di tessere - Modalità di assistenza - Gli info point - Sedi e Professionisti