Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


Ecco quanto costerebbe un litro di benzina senza le accise

Da mesi il costo della benzina sta salendo sempre di più e con gli ultimi rincari sul costo delle materie prime la benzina ha raggiunto un prezzo mai così alto dal 2014. Ma quanto costerebbe un litro di benzina senza accise?

Se venissero aboliti i costi odiosi e datati delle accise, un litro di benzina costerebbe 0,555 euro (il 35% del prezzo attuale di 1,577 euro/litro). Il diesel andrebbe a poco più di 0,559 euro al litro, corrispondente al 41% in meno rispetto al prezzo attuale di 1,444 euro. A parte le accise, che da sole costituiscono più della metà del prezzo finale, c’è da tenere in considerazione anche l’aumento del costo delle materie prime. L’aumento non ha conseguenze solo per fare il pieno, ma si ripercuote anche sulle utenze.

Facendo i conti, il rincaro finale che va a pesare sul portafogli degli automobilisti è di 338 euro all’anno per la benzina e di 299 euro per il gasolio.

Ma cosa paghiamo quando facciamo benzina? Ecco, alcune delle accise pagate dagli italiani:

0,0001 euro per il finanziamento della guerra d’Etiopia del 1935-1936;

0,007 euro per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;

0,005 euro per la ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963;

0,005 euro per la ricostruzione dopo l’alluvione di Firenze del 1966;

0,005 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968;

0,051 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;

0,038 euro per la ricostruzione dopo il terremoto dell’Irpinia del 1980;

0,106 euro per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;

0,0114 euro per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;

0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.

Secondo le rilevazioni settimanali del Mise, il prezzo medio della benzina verde in modalità self è arrivato, nella scorsa settimana, a 1,670 euro al litro, con un rialzo di 8,58 centesimi, raggiungendo così il livello più alto da fine ottobre 2014: un record senza dubbio infelice.

GuardiaCivica - Ecco quanto costerebbe un litro di benzina senza le accise

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO