Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


PRIVACY, BAMBINI E SOCIAL: il Garante apre fascicoli su Facebook e Instagram

La presenza dei Bambini sui Social apre molti interrogativi. Per gli adulti, i social media e per la comunità.  Il Garante Privacy ha appena annunciato di aver aperto un fascicolo su Facebook e Instagram per avere «precise indicazioni sulle modalità di iscrizione ai due social e sulle verifiche dell’età dell’utente adottate per controllare il rispetto dell’età minima di iscrizione».

Sicuramente oggi vi è la necessità di riflettere sull’impatto della loro presenza sui social media, indipendentemente dal ruolo effettivo di questi ultimi, cosa che dovrà essere dimostrato dalle indagini in corso.

Ci sono Bambini così piccoli che neanche dovrebbero averlo, un profilo social.

Già in precedenza il Garante Privacy ha imposto a TikTok il blocco immediato dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica. Ora l’intervento del Garante a tutela dei bambini sui social si allarga. L’Autorità ha aperto ieri un fascicolo su Facebook e Instagram, informa una nota, dopo il caso della bambina di Palermo e il blocco imposto a Tik Tok.

Facebook ha 15 giorni di tempo per dare un riscontro al Garante.

L’Autorità ha spiegato, «sarà estesa anche agli altri social, in particolare riguardo alle modalità di accesso alle piattaforme da parte dei minori».

A che età i Minori dovrebbe avere accesso ai social

Nel decreto legislativo italiano (101/2018) di adeguamento della normativa nazionale al Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali (GDPR) il limite di età per l’iscrizione ai social è fissata in 14 anni.

Nel decreto legislativo si legge: “il minore che ha compiuto i quattordici anni può esprimere il consenso al trattamento dei propri dati personali in relazione all’offerta diretta di servizi della  società dell’informazione. Con riguardo a tali servizi, il trattamento dei dati personali del minore di età inferiore a quattordici  anni (…) è  lecito  a  condizione  che  sia   prestato  da  chi esercita la responsabilità genitoriale”.

Invece, nella realtà, i bambini sui social sono presenti ben prima di questa età.

________________________________

* Guarda il VIDEO - PRIVACY, BAMBINI E SOCIAL: il Garante apre fascicoli su Facebook e Instagram

________________________________

GuardiaCivica - PRIVACY, BAMBINI E SOCIAL: il Garante apre fascicoli su Facebook e Instagram

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO