Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


GIOCATTOLI PERICOLOSI: norme e modalità di acquisto per evitare danni ai bambini

Chi più spende meno spende” dicevano i nostri nonni. In realtà non è sempre così, si può anche risparmiare, ma è sicuramente vero per i prodotti contraffatti. Non solo, comprandoli, arricchiamo la criminalità organizzata, ma nella migliore delle ipotesi acquistiamo beni di pessima qualità che durano poco. Insomma, nessun affare. Nella peggiore, prendiamo prodotti pericolosi per la nostra salute. I giocattoli contraffatti, ad esempio, possono essere fonte di inalazioni, ustioni, ferite ad arti, occhi, provocare reazioni allergiche. Sono stati sequestrati giochi fabbricati con rifiuti speciali pericolosi.

La Guardia di Finanza svolge la sua azione contro la contraffazione attraverso il presidio degli spazi doganali, canale privilegiato per far entrare nel territorio nazionale giocattoli non sicuri e/o contraffatti; il controllo dell’intera catena di distribuzione (dai produttori/importatori ai commercianti al minuto); il monitoraggio del web.

Ma cosa può e deve fare il consumatore per evitare acquisti incauti?

Di seguito le regole da seguire per fare un regalo sicuro:

Per non mettere in pericolo la sicurezza dei vostri bambini, meglio fare qualche acquisto in meno, ma consapevole.

I giocattoli vanno presi solo in negozi di fiducia, mai da venditori abusivi, non autorizzati. Le ditte devono essere specializzate e note nella vendita di prodotti per bambini.

Tutti i beni commercializzati all’interno degli Stati membri dell’Ue devono recare il marchio CE (C staccata da E altrimenti è China Export), che sta per Conformità Europea, con il quale il produttore autocertifica di rispettare i requisiti di sicurezza europei. Sono consigliati anche contrassegni volontari, come il marchio di sicurezza IMQ per i prodotti elettrici.

Non comperate giocattoli che non hanno le informazioni sulla provenienza. Devono essere indicati il paese di origine, se situato fuori dall’Ue, ed il nome o la ragione sociale, nonché l’indirizzo della sede legale del fabbricante o dell’importatore responsabile dell’immissione sul mercato.

Tutte le informazioni e le istruzioni sulle modalità di utilizzo o sull’eventuale montaggio devono essere in lingua italiana. Leggetele con attenzione prima di far giocare il bimbo e conservatele.

Buttate l’imballaggio, ma ritagliate l’indirizzo del produttore o distributore: vi potrebbe servire per azioni legali.

Controllate l’indicazione dell’età per la quale il gioco è consigliato e rispettatela (molti genitori considerando il figlio più maturo della media e credendo di velocizzarne lo sviluppo intellettivo non rispettano l’età indicata, non considerando che è indicata anche per una questione di sicurezza).

Controllate che la confezione sia integra e conservate lo scontrino per poter cambiare la merce difettosa.

Non comperate doni troppo piccoli che possono essere ingoiati, con pezzi (braccia, gambe, testa …) che possono essere staccati (salvo siano molto grandi), parti appuntite o taglienti. Tutto deve essere arrotondato.

I materiali devono resistere alle torture dei bimbi, perché se si rompono possono diventare pericolosi (in particolare bottoni, naso e occhi dei pupazzi, etichette).

Verificate periodicamente lo stato di usura del giocattolo e non tentate di ripararlo.

Attenti anche alle corde che devono essere di lunghezza e spessore tali da non trasformarsi in nodi scorsoi, agli ingranaggi meccanici, che non dovrebbero mai essere accessibili, alle parti in ferro arrugginite, alle batterie che non si devono poter togliere facilmente.

Non assecondate sempre le richieste dei vostri figli, indotte spesso dalle pubblicità. Pensate innanzitutto al fatto che l’acquisto deve essere adatto e sicuro per vostro figlio.

Il consiglio più importante: giocate con i vostri bimbi. E’ il modo migliore per vigilare e verificare l’uso che il bambino fa del giocattolo.

Articolo realizzato nell’ambito del “Progetto Io Sono Originale-Linea B (2019-2021), finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico DGLC – UIBM.

Autore: Mauro Antonelli

________________________________

* Il video di approfondimento

________________________________

GuardiaCivica - GIOCATTOLI PERICOLOSI: norme e modalità di acquisto per evitare danni ai bambini

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO