Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


ACQUA ed AMBIENTE: nuove regole europee sulla qualità dell'acqua potabile e la diminuzione delle bottiglie in plastica

Arrivano nuove regole per migliorare l’acqua del rubinetto e incoraggiare i cittadini a ridurre le bottiglie di plastica. Il Parlamento UE richiede, inoltre, nuove misure per migliorare l’accesso all’acqua potabile per i gruppi vulnerabili

Secondo la Commissione Europea, un minore consumo di acqua in bottiglia potrebbe far risparmiare ai cittadini oltre 600 milioni di euro l’anno. Non solo, una maggiore fiducia verso l’acqua del rubinetto porterebbe anche a ridurre la quantità dei rifiuti di plastica. È all’interno di questo contesto che si muove la Direttiva sull’acqua potabile, approvata in via definitiva dal Parlamento Europeo.

Acqua potabile, migliorare l’accesso per i gruppi vulnerabili

Secondo quanto stabilito dalla Direttiva – si legge in una nota – gli Stati membri dovranno garantire la fornitura gratuita di acqua negli edifici pubblici e dovrebbero incoraggiare ristoranti, mense e servizi di catering a fornire l’acqua ai clienti gratuitamente o a basso costo.

“I Paesi UE dovranno, inoltre, adottare delle misure per migliorare l’accesso all’acqua per i gruppi vulnerabili, come i rifugiati, le comunità nomadi, i senzatetto e le culture minoritarie come i Rom”.

Limiti più severi per alcuni inquinanti

La qualità dell’acqua sarà, dunque, migliorata imponendo limiti più severi per alcuni inquinanti, tra cui il piombo, al fine di incoraggiare le persone a bere l’acqua del rubinetto al posto di quella in bottiglia.

Entro l’inizio del 2022, la Commissione Europea redigerà e monitorerà un elenco di sostanze o composti; tra queste i prodotti farmaceutici, i composti che alterano il sistema endocrino e le microplastiche. Inoltre, stilerà un elenco UE che indicherà le sostanze autorizzate a venire a contatto con l’acqua potabile.

Prossime tappe

A seguito dell’entrata in vigore della Direttiva, 12 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’UE, gli Stati membri avranno tempo due anni per apportare le modifiche necessarie agli ordinamenti nazionali per conformarsi alla direttiva (Francesca Marras)

________________________________

* Il video di approfondimento

________________________________

GuardiaCivica - ACQUA ed AMBIENTE: nuove regole europee sulla qualità dell'acqua potabile e la diminuzione delle bottiglie in plastica

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO