Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


Bonus bici, click day al via martedì: ecco la procedura per ottenere i 500 euro

Martedì 3 novembre chi ha acquistato o intende acquistare una bici potrà visitare il sito www.buonomobilità.it per accedere all’applicazione che il Ministero dell’Ambiente metterà online: con quella sarà possibile richiedere il bonus mobilità, presentando domanda per ottenere fino a 500 euro di rimborso o di sconto sull’acquisto di una bicicletta, anche con pedalata assistita, o di altri mezzi di micromobilità elettrica come monopattini, segway, hoverboard o servizi di mobilità condivisa.

Il consiglio dell’Associazione nazionale ciclo motociclo accessori (Ancma) è di attivare per tempo lo Spid, il Sistema pubblico di identità digitale, necessario per accedere all’applicazione che sarà messa online tra pochi giorni.

Bonus bici, cosa fare se si è già acquistata

Chi ha già comprato una bici o un altro mezzo per cui è previsto il bonus dovrà creare una versione in .pdf di un documento che attesti l’acquisto a suo nome: può bastare il semplice ‘scontrino parlante‘, ossia il giustificativo che riporta il codice fiscale del cliente, così come ovviamente la fattura.

Si tratta di un passaggio raccomandato per coloro che hanno provveduto all’acquisto a partire dal 4 maggio, e che quindi dovranno richiedere il rimborso dell’acquisto tramite l’applicazione. La copia dello scontrino è necessaria per ottenere, direttamente sul conto corrente, il rimborso pari al 60% (e fino a 500 euro) del costo sostenuto.

Bonus bici, cosa fare se si deve ancora acquistare

Il bonus bici non riguarda solo chi ha già provveduto all’acquisto, ma anche chi deve ancora comprare. Nel loro caso, a partire da martedì 3 novembre, si potrà accedere all’app del Ministero dell’Ambiente attraverso lo Spid per generare direttamente un buono sconto digitale da presentare entro 30 giorni in uno degli oltre 2 mila punti vendita già registrati. In questo modo il cliente avrà diritto a uno sconto immediato del 60%: pagherà al commerciante solo il 40% dell’intero importo, senza dover chiedere un rimborso successivamente.

Bonus bici, a chi spetta e come fare richiesta

Per ottenere il rimborso o il buono digitale è necessario registrare anche i dati del conto corrente bancario. Inoltre, per quel che riguarda coloro che hanno già effettuato l’acquisto, fa fede la data di inserimento della domanda e non quella dell’emissione dello scontrino.

La domanda per ottenere il bonus bici può essere presentata dai maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione e Provincia, nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto di 50 mila abitanti) e nei comuni con più di 50 mila abitanti. Per concedere il bonus, il governo ha stanziato sin qui 210 milioni di euro: il Ministero dell’Ambiente, però, vorrebbe inserire nuovi fondi nella prossima legge di bilancio.

GuardiaCivica - Bonus bici, click day al via martedì: ecco la procedura per ottenere i 500 euro

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO